In un’epoca di supermarket ed eCommerce c’è ancora spazio per i negozi, i piccoli esercizi commerciali di vicinato che costituiscono insieme alle microimprese in genere l’ossatura del tessuto produttivo italiano.

Bisogna però differenziarsi e puntare su alcuni aspetti cruciali.

Il marketing, che può e deve creare delle differenze, si basa sulla relazione con le persone. Più un Brand, un’attività, un imprenditore riesce a creare una relazione forte con i propri clienti, più si crea una community fatta di scelte e valori condivisi e comuni.

Per attivare la “fedeltà” dei clienti bisogna quindi impegnarsi nella continuità, fornendo attenzioni e supporto, dialogo e feedback.

Nei negozi di vicinato esistono le condizioni ideali perché ciò accada ma l’impegno non sarà certamente esiguo.

Il punto di partenza è la conoscenza del proprio target.

Chi è il mio cliente? Quanti anni ha? Che lavoro fa? Quanto acquista? Quando?

Conoscere i clienti ci metterà in condizione di anticiparli, fornendo loro ciò che vogliono ma in anticipo.

Identificato il target, è ora di lavorare sul nostro Brand.

Non importa la grandezza, che siamo una multinazionale o un salumiere abbiamo la necessità di creare la nostra identità. Per fare questo è utile mettere in campo due azioni:

  • capire chi sono i miei competitor
  • isolare i miei punti di forza

Il passo successivo è rendere piacevole l’esperienza della frequentazione del mio negozio. Impegniamoci per solleticare tutti i 5 sensi dei clienti, attuali e potenziali.

Il consumatore non ricerca più un prodotto ma un’esperienza, appunto, e nostro compito e facilitargli il compito.

Miglioriamo il visual del negozio. Diffondiamo musica piacevole. Lavoriamo sui profumi o sugli “odori”. Facciamo toccare/provare i nostri prodotti.

Gentilezza, sorriso ed accoglienza faranno il resto.

E’ venuto quindi il momento di farsi trovare. Sia fisicamente nella zona in cui operiamo sia presidiando in modo accorto la nostra presenza online, attraverso un sito e una pagina Facebook.

Infine, bisogna fare Lead Generation, ossia attirare i clienti attraverso tutti i canali possibili.

Lavorando sia offline che online. Puntando alla personalizzazione, al Try & Buy.

Buon lavoro!