Uno scenario di mercato sempre più competitivo combinato con i postumi della crisi ha spinto anche le piccole aziende a dotarsi di strumenti per il controllo di gestione.

Il “fai da te” è ormai bandito anche dalle micro imprese.

Ma quali sono le tecnologie che stanno lentamente ma inesorabilmente rivoluzionando il controllo di gestione per questo genere di attività?

  1. Big Data

La quantità/grandezza è un falso problema: che siamo big o small, la sfida per le aziende è interpretare ed utilizzare al meglio tutte le informazioni di cui dispongono per far crescere ed ottimizzare il business.

Bisogna capire cosa fare di tutti questi dati che giocoforza sono nella disponibilità delle imprese. Il primo sforzo è quello di capire di quali dati stiamo parlando per renderli comprensibili e trasformarli in input strategici per il lavoro.

Il controllo di gestione fa leva proprio sui dati per elaborare conseguentemente delle analisi utili alla comprensione e allo sviluppo del business.

  1. eInvoice

Ne abbiamo appena parlato qui. Siamo convinti che l’adozione, a partire dal primo gennaio 2019, della fatturazione elettronica anche tra aziende private porti con sé unicamente benefici. La gestione strutturata e informatizzata del ciclo amministrativo consente di ridurre drasticamente tempi ed errori nella gestione dei dati, evita la loro rilavorazione, aumentando così la produttività, assicura la condivisione delle informazioni da parte di tutte le funzioni coinvolte e consente una più semplice e rapida fruibilità del dato.

  1. Blockchain

Il blockchain (fonte: Wikipedia) può essere esemplificato come un processo in cui un insieme di soggetti condivide risorse informatiche (memoria, CPU, banda) per rendere disponibile alla comunità di utenti un database virtuale generalmente di tipo pubblico, ma esistono anche esempi di implementazioni private in cui ogni partecipante ha una copia dei dati.

Certamente la diffusione dei protocolli Blockchain non è ancora tale da generare consistenti ed evidenti vantaggi nel controllo di gestione delle piccole aziende ma ormai, anche in questo ambito, il dado è tratto.

  1. PSD2

La Commissione Europea si è espressa sul tema dei pagamenti elettronici attraverso una direttiva ad hoc. L’obiettivo della “Services Directive 2 – PSD2” è standardizzare le modalità di esecuzione dei pagamenti digitali, rendere più sicure le transazioni e tutelare i consumatori. E conseguentemente anche le aziende, grandi e piccole. Innegabili i vantaggi della semplificazione nell’esecuzione del controllo di gestione.

  1. Machine Learning

L’apprendimento automatico, nota anche come machine learning, rappresenta un insieme di metodi sviluppati a partire dagli ultimi decenni del XX secolo in varie comunità scientifiche. L’apprendimento automatico è strettamente legato al riconoscimento di pattern e alla teoria computazionale dell’apprendimento ed esplora lo studio e la costruzione di algoritmi che possano apprendere da un insieme di dati e fare delle predizioni su questi costruendo in modo induttivo un modello basato su dei campioni. Anche qui sono e saranno sempre più evidenti e manifesti i vantaggi e le ricadute sul controllo di gestione di aziende grandi e piccole.